La Pandemia secondo Pulcinella, cortometraggio ideato e diretto da Angelo Iannelli

Dopo il costante impegno durante la prima ondata pandemica, il Giullare del Sorriso, Angelo Iannelli, ha pensato e realizzato un corto denso di emozioni per mettere in grande risalto la speranza, partendo dalla città di Napoli.

0
128

L’artista Angelo Iannelli ritorna in “scena” con un cortometraggio, tratto dal suo libro “Pandemia Seconda Ondata: Rabbia e Confusione”.

Dopo il costante impegno durante la prima ondata pandemica, il Giullare del Sorriso, Angelo Iannelli, ha pensato e realizzato un corto denso di emozioni per mettere in grande risalto la speranza, partendo dalla città di Napoli.

Colpita dagli scontri e dalla rabbia della popolazione dopo le chiusure, ma anche in sofferenza per la curva crescente dei contagi in autunno,  Pulcinella con il suo burattino “Gennarino” mostra così allo spettatore l’altra faccia della Pandemia che ha spazzato dietro il dolore e le lacrime, la bellezza della città partenopea.

Quello di Pulcinella è un sorriso amaro e con tanta rabbia negli occhi. La scena-simbolo del corto è quella rappresentata dalla maschera partenopea a fianco della installazione scultorea posizionata in piazza Plebiscito: “Look-down”, letteralmente guarda in basso, il corpo di un bambino, rannicchiato e riverso su di un fianco con una catena che al suolo lo inchioda, opera di Jago, lo scultore ciociaro tanto celebre a New York.

Il video del cortometraggio è già disponibile alla visione su youtube, per la regia appunto di Angelo Iannelli, montaggio e riprese a cura di Lino Ragosta, fotografia di Sebastiano Egizio e aiuto tecnico di Angela Agosta.

Un filmato che nelle ambizioni del artista, scrittore e regista Iannelli è destinato a poter essere proiettato nelle scuole, come argomento di discussione e dibattito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + 2 =