Sette domande. Dott.ssa Maria Luisa Conza, Dir. Scientifico ANTUR «Vi parlo di alimentazione nel sistema immunitario»

0
141

La malattia autoimmunitaria  rappresenta una delle patologie  sempre più diffuse della nostra era; vari sono i fattori che la generano e tra questi, oltre al fenomeno dell’ereditarietà, gioca un ruolo predominante l’inquinamento atmosferico. E’ possibile con un regime alimentare idoneo, prevenire  lo sviluppo dell’ autoimmunità nell’individuo o una volta sviluppata la malattia, rendere possibile una “convivenza” quasi normale, al fine anche di non peggiorarla? A tal proposito esiste una significativa  Integrazione tra Psiconeuroendocrinoimmunologia, Disintossicazione delle Matrici e Disbiosi Intestinale. Ne parliamo con la Dottoressa Maria Luisa Conza, Direttore Scientifico Antur, un’azienda che si occupa di ricerca e sviluppo tesa al benessere psico-fisico dell’uomo.

Dottoressa Conza quanto incide  una sana dieta alimentare  sul sistema immunitario?
“La salute umana è il risultato di un delicato equilibrio tra vari sistemi corporei. Tra questi, il sistema immunitario riveste un ruolo cruciale nella difesa contro patogeni e nella regolazione di processi fisiologici. Negli ultimi anni, è emerso con forza il concetto che la dieta può  influenzare direttamente la funzionalità immunitaria.”

Esiste dunque  una correlazione  tra l’ alimentazione e il sistema immunitario in chiave PNEI?
La psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) rappresenta lo studio delle interazioni tra sistema nervoso, sistema endocrino e sistema immunitario. La nutrizione interviene in questa “danza complessa” influenzando vari fattori quali lo stato emotivo, i livelli ormonali e le risposte immunitarie. Per esempio, una dieta ricca di zuccheri raffinati e grassi saturi può aumentare lo stress ossidativo, alterando l’equilibrio neuroendocrino e compromettendo le risposte immunitarie.

E’ opportuno quindi adottare  un regime alimentare atto alla disintossicazione delle matrici?
Esattamente: il motto è : “Pulire per Proteggere”; in particolare il  concetto di “disintossicazione delle matrici” riguarda l’eliminazione di sostanze tossiche accumulate nel corpo. Una dieta equilibrata e ricca di alimenti detox, come verdure a foglia verde, frutti di bosco e alimenti fermentati, favorisce l’eliminazione di tossine, supportando il sistema immunitario. Questo processo di disintossicazione aiuta anche a ridurre l’infiammazione sistemica, rendendo il corpo meno suscettibile a malattie e infezioni.

Come combattere con il cibo  la  Disbiosi Intestinale?
“La salute intestinale è strettamente legata alla funzione immunitaria. La disbiosi, ovvero lo squilibrio della flora batterica intestinale, può compromettere la barriera intestinale, permettendo a patogeni e sostanze tossiche di entrare nel flusso sanguigno. Una dieta ricca di fibre, prebiotici e probiotici può aiutare a ristabilire l’equilibrio della microbiota, potenziando così le difese immunitarie.

In conclusione al di là di terapie farmacologiche , il cibo è fondamentale per il sistema immunitario?
Certamente sì; l’ alimentazione rappresenta una potente leva per modulare il sistema immunitario. La comprensione dei legami tra dieta, PNEI, disintossicazione delle matrici e disbiosi intestinale offre preziose indicazioni su come nutrire il corpo in modo da ottimizzare la salute immunitaria. In un’era in cui le minacce per la salute sono in continua evoluzione, la capacità di rafforzare le nostre difese attraverso scelte alimentari consapevoli rappresenta una strategia essenziale per il benessere a lungo termine.

Dottoressa Conza ci tracci un piano alimentare equilibrato  idoneo a sostenere il sistema immunitario
Si comincia al mattino  con la colazione che deve essere così articolata: un frullato composto da: spinaci, banana, frutti di bosco (ricchi di antiossidanti), semi di chia (per le fibre e gli omega-3) e latte di mandorla o yogurt senza lattosio; una fetta di pane integrale tostato con un filo di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale rosa dell’Himalaya e per finire, una  tazza di tè verde o infuso di zenzero e limone. A seguire, come spuntino di metà mattina si prevede una manciata di noci o mandorle (fonti di vitamina E e omega-3) con un  kiwi o un’arancia (ricchi di vitamina C).
Per il pranzo , si consiglia: Insalata mista con lattuga, pomodorini, cetrioli, carote, avocado (fonte di grassi buoni) e quinoa (proteine complete e fibre), petto di pollo alla griglia o tofu alla griglia per vegetariani/vegani, una porzione di hummus con bastoncini di verdura cruda (ad es. carote e sedano), acqua o tisana depurativa. Come spuntino pomeridiano, suggerisco, un bicchiere di kefir o yogurt (probiotici per la salute intestinale) ed una  manciata di bacche di goji o frutta secca.
Per la cena, prevedo alimenti leggeri  come il salmone al forno con erbe aromatiche (omega-3 e proteine) o legumi in insalata per vegetariani/vegani, verdure al vapore o grigliate (broccoli, cavolfiori, zucchine). una porzione di riso integrale o patate dolci al forno, insalata verde con semi di zucca o girasole. Infine, se necessario è previsto uno spuntino serale a base di una una tisana rilassante come camomilla o melissa e qualche biscotto  integrale senza zuccheri aggiunti o in alternativa, una piccola porzione di cioccolato fondente.”

Quali regole alimentari  generali a prescindere da un piano di dieta personalizzato vanno assolutamente rispettate?
A)     Bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno.
B)     Cercare di includere alimenti fermentati come kefir, kimchi, crauti e miso per sostenere la salute intestinale.
C)     Limitare il consumo di zuccheri raffinati, cibi ultra processati e bevande alcoliche.
E’ inoltre opportuno precisare che non esiste la “dieta fai da te” ed è necessario per esigenze specifiche o condizioni patologiche particolari , consultare puntualmente  un nutrizionista o un medico. Insomma una dieta alcalina basata sull’assunzione di alimenti che, combinati tra loro, hanno un indice Pral  basico. Infine come ottimo ed efficace coadiuvante, consiglio l’assunzione quotidiana della linea di integratori alimentari naturali   ANTUR progettata dietro un’accurata ricerca scientifica,  proprio per rinforzare il sistema immunitario e per migliorare lo status di benessere dell’individuo; chiunque abbia interesse potrà consultare il nostro sito o rivolgersi direttamente al numero verde 800126914

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − quattordici =