Turismo delle radici. Cooperazione Italia-Brasile, Castellabate è capofila del progetto PNRR

Presentato il 22 maggio a Salerno il progetto che unisce Cilento, Irpinia e Monti Lattari. Castellabate a capo delle delegazioni cittadine partecipanti al bando del Ministero degli Esteri e Cooperazione Internazionale - MAECI

0
88
Lo scorso 22 maggio presso il Salone delle rappresentanze della Provincia di Salerno si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto “Turismo delle radici. Opportunità di sviluppo territoriale”.
Un progetto che si colloca nell’ambito del bando PNRR promosso dal MAECI e che vede per la Campania protagonisti una serie di Comuni e di aree geografiche a cavallo fra più province. Castellabate capofila dei comuni aderenti al progetto.
Tutto nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento di Sviluppo e Cooperazione 
Italia Brasile, il Comune di Castellabate (comune Capofila) e i Comuni promotori: 
Castelnuovo Cilento, Corbara, Lettere, Lustra, Pimonte e Roscigno, la Fondazione 
dei Monti Lattari, la Provincia di Salerno, il Parco Nazionale del Cilento, 
Vallo di Diana e Alburni, il Museo Vivente della Dieta Mediterranea, la 
Confederazione Italiani nel Mondo, l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e 25 
Comuni tra le Province di Salerno, Napoli e Avellino. Inoltre tra gli aderenti al 
progetto all’estero, la Camera di Commercio italiana a San Paolo del Brasile 
ITALCAM, la rivista Comunità Italiana, il Circolo Italiano San Paolo, numerose 
associazioni di italo discendenti e diversi Comuni brasiliani.
Durante la conferenza stampa è stato presentato il logo del turismo delle radici
con il calendario delle iniziative.
Hanno partecipato il Presidente della Provincia di Salerno Franco Alfieri, Marco Rizzo (Sindaco del Comune di Castellabate), Pasquale Sorrentino (Delegato al turismo Provincia di Salerno), Salvo Iavarone (Vice Presidente CIM), Mariella Verdoliva (Presidente Fondazione Monti Lattari), Salvatore Scafuri (Presidente Confcooperative Salerno e Consigliere Nazionale), Raffaele Palumbo (Presidente Dipartimento Sviluppo e Cooperazione Italia Brasile) e tutti i Comuni che hanno aderito attraverso al progetto.
L’obiettivo è quello di semplificare e incentivare gli italo-discendenti a venire nel nostro paese, attraverso convenzioni stipulate con i fornitori della filiera turistica e commerciale, seminari, mostre e altre iniziative utili a mantenere vivo il legame tra Italia e concittadini residenti all’estero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × quattro =