Il Maggio della Cultura accende la stagione di Vico Equense, la città “slow tour”

Musei, natura, gastronomia e musica: oggi la presentazione dei progetti turistici, alle ore 19.00, in apertura della Notte dei musei. Evento clou nel fitto programma dedicato al Maggio della Cultura

0
125

Una città da visitare lentamente e autonomamente. È la nuova idea di turismo sostenibile e slow sperimentato dalla Città di Vico Equense. Sabato 18 maggio alle ore 19 nell’atrio del Palazzo storico comunale (Corso Filangieri, 98) si terrà la presentazione dei progetti di cultura e turismo che rendono la stagione vicana unica nel panorama nazionale. 

Si parte con le ‘Passeggiate vicane’, percorsi attraverso i quali il visitatore può scoprire le peculiarità della città e può farlo grazie a speciali paline (in acciaio riciclato) presenti nei principali punti di accesso alla città.

Paline su cui è presente un Qr code che fornisce accesso a geolocalizzazioni, mappe per visitare luoghi, cenni storici, video e fotografie, tutto il necessario per proiettare il turista nella dimensione vicana. Gli innovativi Qr code saranno stampati anche su oltre 2000 sottobicchieri da distribuire alle attività commerciali della città. Sono stati individuati 19 punti d’interesse del centro cittadino, scorci cittadini impreziositi da maioliche artigianali da installare.

Strade, borghi da scoprire – grazie al programma delle 13 Porte – che quest’anno subisce un’ulteriore innovazione. Ogni palina diventa un punto informativo sulla frazione che la ospita. Un lavoro certosino degli uffici che hanno censito tutte le attività commerciali presenti sul territorio comunale e le hanno geolocalizzate. Così facendo i turisti potranno avere una mappatura del luogo e dei sentieri che possono visitare.

E ancora la nuova illuminazione del quartiere Vescovado e piazzetta Croce, con il progetto arte e luce, cofinanziato da Città Metropolitana. Sposiamo l’idea che da un qualcosa che viene scartato possa nascere bellezza e luce e così i fiori e le foglie che saranno in bella vista sono di plastica riciclata.

Luoghi iconici della città resi ancora più unici in attesa degli sguardi stupiti dei turisti e dei nostri cittadini. Per la prima volta Vico Equense illuminerà i suoi pini secolari come elementi che rendono ancora più suggestiva l’atmosfera estiva di una città mai così accogliente. 

Lo stile di Vico Equense è lo stile che richiama la bellezza e la lentezza. Scoprire da soli uno dei luoghi più belli d’Italia, coccolati dalla gastronomia, dai paesaggi e dal servizio di viabilità e accessibilità turistica integrato. 

Sabato 18 maggio sarà anche la giornata che darà il via alla presentazione dei siti museali visitabili con un unico biglietto, ennesima iniziativa per agevolare il turista e rendere la sua visita Smart e accessibile con i poli museali – tra cui la casa dello storico pittore del ‘900 De Stefano che ospita opere donate dalla famiglia – aperti fino alle 20.

Per gli amanti dell’arte e dell’archeologia, c’è poi il Silio Italico, antiquarium di opere e resti romani, oggetto di una vera e propria rivoluzione negli allestimenti e nelle luci, grazie all’accordo con la  Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli. Ma Vico Equense è soprattutto una città viva 365 giorni l’anno, le attività e le iniziative dedicate a turisti e visitatori si rincorrono lungo le settimane.

La stagione primavera-estate rappresenta il momento più importante per gli eventi. Si inizia con Festa a Vico, in un tripudio di sapori ed emozioni. Concepita e guidata dallo chef Gennaro Esposito, si distingue come una delle principali manifestazioni gastronomiche italiane. Vico Equense, candidata a città creativa Unesco nel maggio 2023, diventa il luogo dove convergono sapori provenienti da ogni angolo d’Italia. 

Si continua con il Social World Film Festival, “il festival più emozionante al mondo” per l’attrice internazionale Claudia Cardinale, Appuntamento cinematografico imperdibile con 500 giornate di attività, 40 eventi internazionali, migliaia di spettatori da tutto il mondo. Ancora la kermesse Pizza a Vico che nasce dalla volontà della comunità di pizzaioli vicani di rendere omaggio alla regina della tavola: la pizza.

Pizza a Vico, mette in strada tutte le pizzerie del territorio in una tre giorni 
di gusto che si trasforma in una ghiotta occasione per i visitatori e in un 
momento di confronto e crescita per gli operatori del settore. 
Valore aggiunto della manifestazione la De. Co Pizza di Vico la denominazione 
comunale con cui l’amministrazione ha voluto riconoscere la peculiarità che la 
pizza vicana ha rispetto a tutte le altre versioni di questo cibo unico. 
Ed anche qui grandi novità con la sezione Pizza di Vico del sito Govicoequense 
in cui si potranno trovare tutte le pizzerie geolocalizzate e poi la versione 
cartacea della guida a forma di metro, un vero e proprio arcobaleno di colori 
che racchiude gusto e sapienza.
L’estate vicana si accende di sapore e si vivono momenti unici grazie alle sagre 
e agli eventi gastronomici che si svolgono su tutto il territorio comunale. 
E poi musica popolare, classica, dj set, appuntamenti per bambini, teatro. 
Un universo di sensazioni da vivere in una città unica per territorio e per gusto.

 

A settembre un evento unico nel panorama nazionale, a livello sportivo il trofeo di Pallanuoto a mare intitolato a Fritz Dennerlein, nello scenario della marina di vico si svolgono accese partite tra compagini blasonate nazionali ed internazionali. Da quest’anno rivive anche la calottina d’oro, trofeo ambito dal miglior giocatore europeo scelto da una lista di 30 nomi scelti da giornalisti e mister.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 8 =