Colli di San Pietro, uno scrigno di saperi e sapori fioriti attorno all’amarena locale

Racconti d'amare...na con il sindaco Salvatore Cappiello, nativo del borgo collinare, le signore dei Colli e le realtà produttive della zona legate alla Comunità Slow Food in occasione del Premio Amarena 2024

0
175
Tappa ai Colli di San Pietro, la zona forse meno nota del comune di Piano di Sorrento, quella rivolta verso la Costiera Amalfitana e il golfo di Salerno, dove per una sera il Premio è entrato per raccontare la casa dell’amarena.
Lì dove tutto nasce e dove tutto si sviluppa, attorno a culti e liturgie ma anche fra storie e tradizioni familiari decennali.
Come quella raccontata dal sindaco di Piano di Sorrento Salvatore Cappiello, vero e proprio padrone di casa nella piccola frazione dove la comunità si è stretta intorno al suo frutto principe in occasione della novena di San Pietro.
Ricorre oggi infatti, quanto all’aspetto puramente liturgico, il giorno dei SS. Pietro e Paolo.
Nello spazio antistante la chiesetta della SS. Vergine del Rosario, al termine della messa celebrata dal parroco Don Antonio Parlato, nei giorni scorsi il popolo dei Colli si è raccontato dando voce alle sue donne “pastry chef per una sera”.
Una interessante e stimolante discussione moderata dai giornalisti Francesco Pascuzzo e Biagio Verdicchio – e con la consigliera Katia Veniero in rappresentanza della sua comunità e della realtà parrocchiale di SS. Trinità.
Dopo le storie legate ai singoli dolci fatti in casa spazio a Mario Persico e Luisella Gargiulo (Antico Casale e Comunità Slow Food per la tutela dell’amarena dei Colli di San Pietro) per altre ricette e progetti di rilancio del prodotto amarena.
Infine, la preziosa testimonianza di Nello Trapani, per riaccendere in tutti i presenti la voglia di far proliferare la pianta e il frutto rosso in tutta la zona.
Chiusura in bellezza con ampio buffet di dolci e non solo, tutto rigorosamente a base di amarena : dalla classica ”pizza di crema” (che non è la torta della nonna) ai comuni biscotti all’amarena, da innovative capresi all’amarena a creme di yoghurt guarnite da amarene quarantine (appassite) e sotto spirito, fino alle crostate, ai cannoli sorrentini e ad alcune varianti agrodolci del prodotto tipico locale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − quattro =