Giornata Mondiale dei Pizzaioli, l’esperienza vicana della ”pizza a metro”

Nel focus dedicato alla pizza di Vico Equense alcuni assaggi di tendenze del momento: la più gettonata del periodo è la bionda dei casali (zucca, fior di latte, salsiccia e Provolone del Monaco Dop)

0
148

In occasione della ricorrenza di Sant’Antonio Abate, il santo protettore di fornai e pizzaiuoli, che oggi coincide con la giornata mondiale della pizza, ci siamo immersi nella fantastica esperienza della Pizza al metro.

La pizza vicana solo negli scorsi mesi ha ottenuto il marchio De.Co. quale prodotto d’eccellenza a denominazione comunale di origine. In particolare quella della Pizza a metro, alias l’Università della Pizza, poi, rappresenta decisamente un unicum in città.

Vico ha perfino gareggiato con altre realtà europee per il titolo di Città Creativa Unesco per la Gastronomia. Vico è Città del gusto, della pizza e della cucina d’eccellenza.

Con il maestro pizzaiolo Raimondo Cinque andiamo dunque a scoprire le varie fasi della famosissima pizza a metro, preparata e servita al tavolo in alcuni dei suoi nuovissimi sapori della stagione invernale.

Durante il servizio – a cura di Diego Ambruoso – girato a Vico Equense, presso l’Università della pizza, abbiamo avuto modo di testare alcuni gusti della nuova offerta stagionale di Gigino Pizza a Metro.
Fra questi, la più gettonata risulta essere “La bionda dei casali”. Una pizza con prodotti di stagione che unisce l’orto, con le verdure tipiche delle colline vicane come la zucca, ad uno dei formaggi tipici del posto, una produzione di punta dell’intera filiera lattiero casearia della zona costiera : il Provolone del Monaco Dop. Il tutto con base di fior di latte e aggiunta di salsiccia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + tredici =