Giovanna Sannino regala un sorriso ai bambini del Santobono Pausillipon 

A sostenere l’iniziativa tre pasticcerie napoletane come “La Carlotteria”, “Mon Sciou” e “Bear bakerylab”, che hanno deciso di preparare per l’occasione biscotti, dolcetti e panettoni a tema natalizio.  

0
169

Ieri 3 gennaio 2024, Giovanna Sannino, tra le attrici protagoniste della serie tv di successo “Mare Fuori” (da febbraio su Raidue e Raiplay l’attesissima quarta stagione), ha sostenuto la fondazione Santobono Pausillipon insieme a IAV Club (In Arte Vesuvio) , portando una serie di dolciumi per i bambini ospiti della struttura ospedaliera.

A sostenere l’iniziativa tre pasticcerie napoletane come “La Carlotteria”, “Mon Sciou” e “Bear bakerylab”, che hanno deciso di preparare per l’occasione biscotti, dolcetti e panettoni a tema natalizio.

Giovanna Sannino ha dichiarato: “Il Natale è dei bambini. Tutti.  Questa è un’iniziata che nasce a settembre, quando in collaborazione con Iav Club e la fondazione Santobono Pausillipon divento il volto dei bambini ospiti della struttura ospedaliera per promuovere un movimento alla solidarietà, in veste di testimonial del garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.  Abbiamo avuto il sostegno di tre pasticcerie napoletane “La Carlotteria”, “Mon Sciou” e “Bear bakerylab” che con tanto amore e dedizione ci hanno inondato di dolcezze e leccornie con il solo spirito di regalare un sorriso”.

“Non è stata un’operazione semplice” – continua l’attrice che ha concluso in autunno le riprese del film “Come Romeo e Giulietta” di Giuseppe Alessio Nuzzo, con Mariasole Pollio –  “poiché di beneficenza tanti parlano, ma nessuno si “sporca” le mani e soprattutto, avendo avuto una grandissima disponibilità dalle pasticcerie sopra indicate, avevamo il desiderio di donare anche ad altre aziende ospedaliere, purtroppo la burocrazia è lenta e complessa e solo in mattinata abbiamo ricevuto risposta dall’ospedale civile San Giovanni di Dio di Frattamaggiore e all’ultimo momento abbiamo caricato la nostra slitta e stiamo andando sul luogo per poter incontrare i bambini e vivere un mattino all’insegna dell’empatia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 1 =