Manuela Zero a teatro con “400 euro 2 ore di nudo”: al centro il tema della prostituzione digitale

Dal 15 al 19 marzo al teatro Off/Off a Roma. Tommaso Agnese alla regia. Sul palco oltre Manuela, ci saranno Edoardo Purgatori e Ginevra Ambrosini.

0
627

L’attrice e cantautrice, di origini sorrentine Manuela Zero sarà a marzo al teatro Off/Off a Roma con 400 euro 2 ore di nudo, spettacolo che tocca il tema della prostituzione digitale.

Appuntamento dunque dal 15 al 19 marzo con questo spettacolo tratto dal romanzo Apocalisse di un cybernauta di Tommaso Agnese che cura la regia.

Sul palco oltre Manuela, ci saranno Edoardo Purgatori e Ginevra Ambrosini.

Lo spettacolo spacca in due con argomenti vietati, con una mostra fotografica, è uno spettacolo erotico e moderno che parla del sesso che si fa in rete in modo compulsivo e che, umanamente ci rende soli e poco vivi. Interpreto tre personaggi, tre donne che affrontano la vita sessuale in modo diverso”.

Manuela curerà anche la colonna sonora dello spettacolo insieme al regista Agnese e a Stefan Larsen e con la partecipazione di Edoardo Purgatori (presto su tutte le piattaforme digitali).

Manuela Zero, proviene dalla penisola sorrentina: è nata infatti a Piano di Sorrento. A 17 anni viene scelta da Abel Ferrara nel suo film Go go tales al fianco di Willem Dafoe, lavora in televisione nel cast di Romanzo Criminale, al cinema in Loro di Paolo Sorrentino, nel Professor Cenerentolo di Leonardo Pieraccioni. Nel 2017 viene scelta da Pippo Baudo per Domenica In e nel 2018 partecipa a Sanremo Giovani con Nina è Brava.

Nel 2021 è tra i vincitori di Musicultura con il brano Mea Culpa. Nello stesso anno è finalista al Premio “Bianca d’Aponte” con il suo inedito Piangere. Collabora con il rapper Livio Cori e con l’attrice spagnola Nya de la Rubya in una collaborazione dove contamina napoletano e spagnolo (Amaritudine).

ll 6 ottobre dello scorso anno è uscito il film Quasi Orfano di Umberto Carteni, per il quale scrive il brano Attack (con produzione artistica Giulio Nenna). Al brano l’artista lega la creazione del suo primo cortometraggio, che sarà distribuito quest’anno da Siberia Distribution per la regia di Davide Santi. Un 2023 che la vedrà coprotagonista in Dicono di te, film in uscita per Rodeo Drive e RAI Cinema con Ilaria Spada, Max Giusti, Paolo Calabresi. E’ sul set con Cinquantadue, cortometraggio che tocca il tema della violenza di genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 2 =