Premio Penisola Sorrentina 2022: “cultura e innovazione” al centro del successo della 27esima edizione

"La cultura, il motore della ripartenza”. Questo il mood della nuova edizione del Premio Penisola Sorrentina, che ha visto assegnare riconoscimenti tra gli altri, alle attrici Marina Confalone ed Anna Mazzamauro, agli attori Totò Cascio e Francesco Di Leva e alla compositrice Rita Marcotulli.

0
167
Vincente è risultato il binomio “cultura e innovazione” , posto al centro della due giorni in cui il cinema e l’audiovisivo sono state protagoniste della 27ª edizione del “Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito” ®, lo scorso 28 al 29 ottobre a Sorrento.
Due giornate di lavori che hanno visto alternarsi ted talk, incontri con autori e protagonisti, conferenze stampa, proiezioni  e produzioni televisive, che noi di paginasette abbiamo seguito con interviste esclusive.
Sono giunti a Sorrento numerosi ospiti di rilevanza nazionale ed internazionale tra cui l’esperto mondiale di realtà aumentata e virtuale Timothy Jung e la cantante scozzese Amy Macdonald. 
Il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, nel premiare Timoty Jung, ha sottolineato che “sono queste le nuove frontiere tecnologiche che stanno rivoluzionando anche il cinema e l’intrattenimento. E’ stato un grande onore consegnargli questo premio sul palco del teatro Tasso, con l’augurio che possa contribuire a diffondere il nome di Sorrento anche nella comunità scientifica internazionale”.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone, persone in piedi e spazio al chiusoIl galà conclusivo al Teatro Tasso ha visto riconoscimenti – oltre alla già citata cantante d’oltremanica – a “Leonora Addio” di Paolo Tavani per la categoria “Film dell’anno”  (unica pellicola italiana che è stata in concorso alla Berlinale con protagonista Fabrizio Ferracane), prodotto da Donatella Palermo.
Premiato – con grande emozione del pubblico – Totò Cascio, protagonista del corto “A occhi aperti” e di “Nuovo Cinema Paradiso” (Film Premio Oscar nel 1988, dal 15 ottobre su netflix in una versione estesa e restaurata), autore del volume: “La gloria e la prova. Il mio Nuovo Cinema Paradiso 2.0”.
Il Direttore generale per le Politiche culturali e il Turismo della Regione Campania Rosanna Romano nell’evidenziare l’importanza della Legge regionale per il Cinema 30/2016 che consente, attraverso il contributo di Film Commission Regione Campania, di supportare produzioni ed eventi di promozione, ha consegnato il premio per l’interpretazione a Francesco Di Leva, Don Luigi nel film “Nostalgia”, personaggio ispirato alla figura di Don Antonio Loffredo alla Sanità.

Tributo alla carriera va a Marina Confalone, mentre il Premio Dino Verde per la comicità è stato consegnato ad Anna Mazzamauro.

Premiati anche la sceneggiatrice Anna Pavignano, il regista Luigi Pane per l’opera prima: “Un mondo in più” e la compositrice Rita Marcotulli, autrice delle colonne sonore di “Basilicata Coast to Coast” con cui in passato si è aggiudicata il David di Donatello e il Ciak d’oro per la migliore colonna sonora.
Un riconoscimento istituzionale è andato infine all’audiovisivo: “Procida Capitale Italiana della Cultura 2022”, prodotto dalla Marina Militare Italiana in occasione delle iniziative culturali di formazione svolte questa estate nell’isola campana.
Madrina della serata televisiva è stata la giornalista e conduttrice Alessandra Viero.
Soddisfatti per la presenza al premio di importanti ospiti italiani ed internazionali e per il favorevole riscontro da parte dei tanti media presenti, il direttore della kermesse Mario Esposito e il Sindaco della città delle sirene che unanimemente hanno ribadito come “produrre nuova cultura nel solco della tradizione, ma anche della modernità, dello sviluppo e del rilancio: è questa la mission del Premio Penisola Sorrentina”.
ph. Leopoldo De Luise – Premio Penisola Sorrentina – pagina fb della kermesse

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × due =