Festival del cinema europeo – Diego Abatantuono a Lecce per “Improvvisamente a Natale mi sposo”

Evento Speciale INCinema - Film accessibili alle persone con disabilità sensoriali “Il moro” - “Dirty, difficult, dangerous". Concorso Ulivo d’Oro. Premio Cristina Soldano e Premio Mario Verdone “Disco boy”

0
200

Anteprima evento speciale in Sala 1, alle ore 20.30, per la XXIV edizione del Festival del Cinema Europeo diretto da Alberto La Monica: Diego Abatantuono e il regista Francesco Patierno incontrano il pubblico alla Multisala Massimo per presentare Improvvisamente a Natale mi sposo. Modera Enrico Magrelli.

Lorenzo, che come ogni anno aspetta la famiglia nel suo albergo per il Natale, annuncia che si sposerà. La figlia Alberta ed il fedele collaboratore Otto, però, sono convinti che la promessa sposa sia una cacciatrice di dote e si alleano per scoprire la verità su di lei. Protagonisti: Diego Abatantuono, Violante Placido, Carol Alt, Michele Foresta, Nino Frassica, Elio. Il film è in uscita il 6 dicembre con Notorious Pictures.

 

In Sala 2, alle ore 21.00, evento speciale INCinema con due film accessibili alle persone con disabilità sensoriali: il cortometraggio Il moro di Dafne Di Cinto(Italia, 2021) e il lungometraggio Dirty, Difficult, Dangerous di WissamCharaf(Francia, Italia, Libano, Qatar, 2022), proiettati con i sottotitoli per le persone sorde e ipoacusiche e l’audiodescrizione per le persone cieche e ipovedenti e presentati dalla Direttrice Artistica di INCinemaAngela Prudenzi e dal suo ideatore Federico Spoletti. Presenta Massimo Causo.

 

In Sala 3, alle ore 18.00, prosegue la proiezione dei film in concorso per l’Ulivo d’Oro – Premio Cristina Soldano con Copenhagen Does Not Existdi Martin Skovbjerg(Danimarca, 2022). Dopo la scomparsa della sua ragazza, un giovane acconsente afarsi rinchiudere in un appartamento per essere interrogato dal padre di lei. Davide Di Giorgio presenta l’incontro col pubblico alla presenza dell’attrice Angela Bundalovic. Alle 20.30, stessa sala, I Don’t Love YouAnymoredi ZdeněkJiráský (Rep. Ceca, Romania, Slovacchia, 2023). Il tredicenne Marek gira video con temi sociali, che ne fanno un outsider tra i suoi compagni di classe. Stringe amicizia con Tereza, ma ben presto i giochi adolescenziali sfuggono al controllo con un rapimento simulato, che culmina con la fuga da casa. Davide Di Giorgio modera l’incontro con il regista.

Per il Premio Mario Verdone, in Sala 2, ore 18.30, Disco Boy di Giacomo Abruzzese (Italia, Francia, Belgio, Polonia, 2023): Aleksei, bielorusso in fuga dal suo passato, raggiunge Parigi e si arruola nella Legione Straniera per ottenere il passaporto francese.Nel delta del Niger, Jomo, giovane rivoluzionario, si batte contro le compagnie petrolifere che hanno devastato il suo villaggio. La sorella Udoka sogna di fuggire. I loro destini si intrecceranno, al di là dei confini, della vita e della morte.

In Sala 4, alle ore 18.30, After the Bridge di Davide Rizzo e Marzia Toscano (2023) per la sezione Cinema & Realtà: è la storia di Valeria Collina, donna italiana convertita all’Islam, la cui vita è sconvolta dalla morte del figlio Youssef, membro del commando jihadista che sul London Bridge ha provocato 8 morti.

Prosegue l’omaggio a Roman Polanski, “Protagonista del Cinema Europeo”, in Sala 1, ore 18.00, con Venere in Pelliccia (Francia, Polonia 2013): in un teatro parigino si svolgono le fallimentari audizioni per il nuovo lavoro di Thomas. Nessuna delle candidate possiede lo stile necessario per il ruolo da protagonista: poi arriva Vanda, sfrenata e sfrontata, tutto ciò che il regista detesta. L’attrice, però, in scena è perfetta e l’audizione si prolunga fino ad innescare in Thomas una vera ossessione…

In Sala 5, ore 21.00, per la retrospettiva su Micaela Ramazzotti, “Protagonista del Cinema Italiano”, Il cuore grande delle ragazze (2011) di Pupi Avati. Anni ‘30. La famiglia contadina dei Vigetti ha tre figli, gli Osti invece sono proprietari terrieri che hanno fatto fortuna e vivono in una casa padronale con le loro tre figlie, tutte da maritare. I coniugi Osti accettano che il giovane avvenente contadino Vigetti, corteggi le due sorelle maggiori con l’intento di sistemarne almeno una. Inizia un periodo di incontri con le due ragazze nel salotto di casa, ma un giorno la sorella minore torna dalla città in cui era stata mandare a studiare e tra i due è subito colpo di fulmine…

Prosegue l’omaggio a Nico Cirasola con Bell’Epoker(2004) in Sala 4, ore 18.30: Bari, 1991. Nel buio di una platea si aggirano due strane figure. Benzina, corda, fiammifero. In pochi minuti, di quello che era l’icona del prestigio barese, il teatro Politeama, rimangono solo fiamme, cenere e distruzione. Solo una persona resiste all’istinto di fuggire, soffermandosi sulla porta, tra stupore e tristezza. Nella sua mente, immagini confuse ripercorrono la storia del teatro.

In Sala 4, dalle ore 21.00, si proiettano i corti di Festival in Corto: L’avversario e Reginetta di Federico Russotto (CSC Roma); Viaggi straordinari di Francesco Guarnori e Alessandro Marin (CSC Milano); Battima, di Federico Demattè eFaccia di cuscino di Saverio Cappiello (Premio Emidio Greco); TART di Federico Emilio Cornacchia, Nel cognome che ho sceltodi Lorenzo SepaloneeQuando si ritira il mare di Francesco Lorusso per Puglia Show.

 

La giornata si conclude, per Festival Off, al Cantiere Hambirreriache ospita, alle ore 24, Classic il live & dj set di Fabio Tosti featuring Kimberly Covington vocalist. DJ Set in vinile Classic House del DJ Produttore Fabio Tosti e live performance di Kimberly Covington, fra le cantanti americane più apprezzate del momento.

 

Ideato e organizzato dall’Associazione Culturale “Art Promotion”, il Festival del Cinema Europeo 2023 all’interno di Apulia Cinefestival Network 2023, è un’iniziativa realizzata da Regione Puglia, Apulia Film Commission e ARET PugliaPromozione nell’ambito dell’intervento “Promuovere la Puglia del Cinema 2023” a valere su risorse del POR Puglia 2014/2020 – Asse VI – Azione 6.8. e risorse liberate POR Puglia 2000-2006, Misura 2.1.

È realizzato inoltre con il sostegno del Ministero della Cultura-Direzione Generale Cinema e Audiovisivo.

Riconosciuto dal Ministero della Cultura “manifestazione d’interesse nazionale”, il Festival è membro dell’Associazione Festival Italiani di Cinema, si pregia del Patrocinio del Comune di Lecce e dell’Università del Salento, e della collaborazione di Centro Sperimentale di Cinematografia, S.N.G.C.I., FIPRESCI, S.N.C.C.I., Centro Nazionale del Cortometraggio, Polo Biblio-Museale Lecce, Rotary Club Lecce.

 

Media partner: Cinecittà News, Cineuropa, FRED Film Radio

 

Partner tecnici:Acqua Orsini, Agricole Vallone, Augustus Color, Futuro Remoto Gioielli, Liberrima, Quarta Caffè, Rai Cinema Channel

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove + 4 =