Enoturismo e ricerca scientifica: il prof. Giuseppe Festa tra i primi a livello mondiale

Attualmente terzo a livello internazionale, primo in Italia per pubblicazioni e ricerche sul turismo del vino. Dall'accademico coordinatore del Corso di Wine Business il ringraziamento alla comunità scientifica di settore

0
368
prof. Giuseppe Festa

Con grande soddisfazione ha accolto la notizia, emersa dallo studio di una prestigiosa rivista scientifica internazionale nel settore del turismo. Il professor Giuseppe Festa dell’Università di Salerno, direttore del corso di Wine Business e coordinatore scientifico dell’Osservatorio sul Turismo del Vino di Città del Vino, ha esternato in queste ore tramite i canali social personali la propria gratitudine per l’importante traguardo raggiunto.

L’accurata indagine statistica pubblicata dalla rivista scientifica Journal of Tourism Quarterly (2021, 2 – pp. 67-78) ha diffuso i dati del recente studio condotto da importanti autori ed accademici nel corso degli ultimi mesi del 2020, in cui il professor Festa figura come primo studioso in Italia e settimo al mondo per numero di articoli scientifici e relativi indicatori nel campo dell’enoturismo secondo le statistiche del Web-of-Science (www.webofscience.com), il più selettivo, esclusivo e autorevole database scientifico a livello internazionale. Oggi, agosto 2021, lo stesso studio lo riporterebbe dal settimo al terzo posto al mondo per numero di pubblicazioni su Web-of-Science sull’argomento enoturismo.

Un’evidenza di notevole soddisfazione – prosegue Festa – emersa dallo studio di George Triantafyllou (Hellenic Mediterranean University, Iraklion Crete, Grecia), Michail Toanoglou (Woosong University, Daejeon, Corea del Sud), Strataki Eirini (Hellenic Mediterranean University, Iraklion Crete, Grecia) e Rahul Pratap Singh Kaurav (Prestige Institute of Management, Gwalior, India). Un risultato naturalmente da migliorare costantemente in tutti i possibili ulteriori sviluppi, che tuttavia consente ancora una volta di ringraziare con enorme stima e affetto tutta la comunità accademica, istituzionale e professionale del Wine Business – UniSa – Corso di Perfezionamento e Aggiornamento dell’Università degli Studi di Salerno, di cui ho l’onore di essere Direttore Scientifico, l’Osservatorio Nazionale sul Turismo del Vino delle Città del Vino (in particolare il Presidente Floriano Zambon e il Direttore Paolo Corbini), di cui ho l’onore di essere Coordinatore Scientifico, tutti i Partner Tecnici con cui collaboriamo (penso in particolare a Donatella Cinelli Colombini) e soprattutto tutti i Colleghi con i quali lavoriamo quotidianamente e spesso troppo silenziosamente nel campo della ricerca. Nuovamente grazie!” (cit.).

L’enoturismo – nella pubblicazione citata – è argomento trattato da riviste accademiche dal 2000 (e anche prima in altri database), cominciando ad aumentare d’interesse per la comunità scientifica fra il 2004 e il 2005, come registrato appunto dallo studio di cui sopra. Da allora è risultato argomento di sempre maggiore attenzione nel dibattito scientifico (fonte: Journal of Tourism, 2021, 2, pag. 70).

Recentemente, è stata curata proprio dal prof. Festa la stesura del XVII Rapporto sul Turismo del Vino in Italia, per conto dell’associazione nazionale Città del Vino, tenendo conto delle variabili covid e delle relative incidenze della pandemia su tale forma di turismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 9 =