”Altrove a Sud” – Il ritorno a Vico Equense di Robert V. Camuto, un nostalgico del futuro

Salotto letterario al sapore di vino e di tradizione, con la felice concomitanza del ventennale della nomina di Vico Equense come Città

0
71

Presso la storica sede municipale di Vico Equense, in coincidenza con la giornata di celebrazione dei 20 anni dall’assunzione del titolo di Città, è avvenuta oggi la presentazione del libro ”Altrove a Sud. Il vino, il cibo, l’anima dell’Italia”. L’autore Robert V. Camuto, di origini italiane ed appartenente alla terra vicana, è stato protagonista dell’incontro organizzato dalla Libreria Ubik e dalla Città di Vico. Moderatrice la giornalista Fosca Tortorelli, che ha intervistato lo scrittore italo-americano il quale, dopo varie esperienze per l’Europa, ha deciso di compiere questo singolare ritorno in patria e, in particolare, nel suo amato Meridione. Intervento istituzionale da parte dell’assessore alla cultura e al turismo Ciro Maffucci.

Storie narrate con passione e competenza, fra i capitoli e le pagine del volume edito da Ampelos, attraverso i volti più belli e coinvolgenti del Sud, dalla Basilicata di Elena Fucci (Vulture) alla Sicilia dei vini etnei, dalla Puglia del primitivo Gioia del Colle all’Abruzzo, dal Lazio all’amata Campania. La terra natia dello scrittore è vissuta con una particolare vis affettiva anche durante la presentazione, in cui Camuto non ha fatto a meno di ricordare simpatici aneddoti raccontati all’interno del suo libro oppure vissuti nella sua quotidianità. L’autore vive oggi a Verona, lontano dal suo Sud ma comunque immersa nella cultura enogastronomica nazionale e culla peraltro del Vinitaly.

Nonostante il rivivere di vicende passate, l’autore si definisce un ”nostalgico del futuro” lasciando aperta una speranza per quanto di positivo ancora il Sud potrà portare con sè puntando sulle sue eccellenze e sulla sua tradizione.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 4 =