Che successo per Romantica! A Bugnara la NOTTE BIANCA dedicata ai fiori

Il Festival floreale famoso nel mondo ha incantato oltre 7 mila persone tra cittadini e turisti. Musica in ogni angolo del borgo, installazioni floreali e stand gastronomici sono tornati a riempire le vie del Comune inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

0
60

Un fiume di gente ha invaso Bugnara per la XVI edizione di Romantica, il Festival floreale famoso nel mondo. La magia della Notte Romantica ha incantato oltre 7 mila persone tra cittadini e turisti. Musica in ogni angolo del borgo, installazioni floreali e stand gastronomici sono tornati a riempire le vie del Comune inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

“Questa è stata l’edizione della rinascita dopo due anni di stop forzato a causa della Pandemia”, ha sottolineato il sindaco, Giuseppe Lo Stracco. “Bugnara aveva voglia di tornare a vivere e lo ha dimostrato restando sveglia fino all’alba”.

Focus del Festival, che quest’anno ha ospitato 20 fioristi Europei, è stata la valorizzazione e riqualificazione dell’ambiente. Questo perché Romantica, dal 2012, pone particolare attenzione verso il rispetto della natura e dell’ambiente circostante. E le quattro “R” (ridurre, riutilizzare, riciclare e recuperare) sono il tema cardine.

Il momento più atteso della Notte Bianca è stata la sfilata di moda, presentata dalla fiorista Stefania Dima, che ha visto scendere in passerella abiti creati esclusivamente con fiori, foglie ed elementi ecologici. Tra i Paesi partecipanti, oltre all’Italia, l’Olanda, la Slovacchia, il Belgio, l’Ungheria, la Russia e la Bielorussia. “Lo scambio di esperienze e culture tra fioristi è importante per far avvicinare la gente all’arte floreale”, ha spiegato Serena Margiotti, Presidente EAFA (European Athenaeum of Floral Art). “Non è stato facile ripartire, ma alla fine ce l’abbiamo fatta ed è stata una grande emozione tornare a vedere le strade di Bugnara piene di gente”.

Ma Romantica non è solo fiori. Un ricco programma musicale ha accompagnato ogni fascia d’età fino a notte fonda. A scaldare i motori ci ha pensato la tribute band de I Nomadi – Terzotempo che ha poi ceduto il testimone al gruppo Stili Musicali. A mezzanotte l’aria si è surriscaldata con l’arrivo dei talenti di Amici, Aisha e Calma, richiestissimi dai più giovani per un selfie e un autografo. Dopo l’una il centro storico si è trasformato in una discoteca a cielo aperto grazie al dj set di Valeesse.

E in chiusura di serata la ciliegina sulla torta, annunciata sul palco da Rosa Gargiulo e Roberto Ruggiero: Bugnara ha vinto la Giostra dei Borghi più belli d’Italia. “Speriamo sia il primo di una lunga serie”, ha detto emozionato il Sindaco Lo Stracco al rientro da Sulmona. “Un ringraziamento al Presidente e a tutto il popolo della Giostra, al sindaco Di Piero, al Borgo della Tomba e a Lorenzo, il nostro cavaliere. Inoltre, ringrazio il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio e tutti gli sponsor degli eventi. È solo grazie al loro supporto che tutto questo è stato possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − 17 =