Sette domande. Sofia Piccirillo: «Il mio “Posto al Sole”? Diventare come Serena Rossi»

Sguardo intelligente e vivace e soprattutto grande naturalezza: dal 2019, fa parte del cast della soap di successo targata Rai, ‘Un Posto al Sole’, interpretando Bianca la figlia di Claudia Ruffo e Peppe Zarbo. La piccola Sofia, napoletana, a soli 11 anni ha già lavorato in produzioni importanti, anche internazionali, come ‘L’Amica Geniale’.

0
272

Giovanissima eppure la si può degnamente considerare già una “veterana” della soap made in Italy più amata. Sofia Piccirillo è, dal 2019, entrata a far parte del cast della soap di successo targata Rai, ‘Un Posto al Sole’, interpretando Bianca la figlia di Claudia Ruffo e Peppe Zarbo. La piccola Sofia, napoletana, a soli 11 anni ha già lavorato in produzioni importanti, anche internazionali, come ‘L’Amica Geniale’.

Visino impertinente, sguardo intelligente e vivace e soprattutto grande naturalezza: è stato un piacere porle le nostre #settedomande.
A ben pensarci, si tratta della più piccola intervistata all’interno della nostra rubrica. Sognatrice ma determinata, come e più di tanti suoi coetanei, il suo obiettivo è di continuare con la recitazione e di diventare un’attrice affermata. E lo fa innanzitutto attraverso lo studio e all’impegno. Sogna di recitare negli Stati Uniti e in Francia, ma il suo desiderio più grande è diventare come Serena Rossi.

Ciao Sofia, giovanissima e già tante esperienze alle spalle. Come è nata in te la passione per il mondo della recitazione?
Ciao, la passione per la recitazione, forse è nata con me, nel senso che uno dei miei giochi preferiti da piccola era immaginare di poter essere ogni giorno un personaggio diverso attraverso i vestiti che conservavo in un cassettone della mia camera, dalla strega alla fata, alla principessa. Poi, dopo le prime esperienze, ma soprattutto dopo aver partecipato nella serie L’Amica geniale, ho chiesto ai miei genitori di poter frequentare una scuola di recitazione .

Gli inizi portano la firma pazzesca di quei geni dei The Jackal. Come è stato lavorare con loro?
Si, la mia prima esperienza porta la firma dei The Jackal. Avevo sei anni quando ho vissuto questa esperienza indimenticabile. Loro sono geniali davvero. Sui loro set si respira sempre un’atmosfera divertente. Ho girato diversi spor con loro, per me ritornare ogni volta sui loro set è per me una grande emozione anche perché li seguo molto e mi piacerebbe in un futuro fare qualche altro lavoro con loro.

All’Amica Geniale si deve il legame con la scuola di Peppe Mastrocinque. Quanto è importante la formazione per una ragazza giovane come te?
Si esattamente ho incontrato Peppe Mastrocinque sul set de L’Amica geniale. Dopo quell’esperienza ho iniziato a frequentare la sua scuola, l’Università del cinema di Napoli e sono entrata a fare parte della Pm5 talent. Sicuramente studiare è importantissimo, mi permette di crescere come attrice, di confrontarmi con chi condivide con me la mia stessa passione e di poter partecipare ad altri provini e studiare per poterli affrontare.

Dal 2019 entri, nei panni di Bianca Boschi, a Palazzo Palladini, nella soap made in Italy Un Posto al Sole. Com’è iniziata l’esperienza in Un Posto al Sole?
Sì, dal 2019 sono Bianca Boschi di Un posto al Sole ed è meraviglioso! Il set di UPAS è la mia seconda casa e tutti loro, non parlo solo degli attori, ma anche della redazione, del reparto costumi, della produzione, sono diventati la mia seconda famiglia. L’esperienza di Un posto al Sole naturalmente è iniziata con un provino. Ricordo un aneddoto particolare quando mi fu consegnata la sceneggiatura da imparare. Mi fu detto che si trattava di una scena tra un padre e una figlia, ma io notai subito che i nomi dei personaggi al lato del copione erano stati cancellati. In pratica i miei genitori per non darmi false speranze dato che noi seguiamo da anni questa fiction preferirono cancellare i nomi per non farmi capire che si trattava di un provino per Un posto al Sole. Alla fine l’ho scoperto proprio quando sono stata convocata in Rai per l’ultimo provino da superare e mi sono resa conto che ovunque mi giravo c’erano delle foto dei personaggi della soap, quindi lì ho scoperto tutto. Ancora oggi se ci penso mi viene da ridere. Devo ammettere che forse è stato meglio così perché magari ci avrei messo il pensiero e se non fosse andato bene il provino ci sarei rimasta molto male poiché lo seguo da tanti anni anche se credo che ogni provino andrebbe affrontato senza metterci alcun pensiero, infatti è quello che penso ogni volta.

Ci racconti di qualche aneddoto particolare sul set della soap, con gli altri attori?
Per quanto riguarda gli aneddoti più divertenti che accadono sul set sono sicuramente quelli che riguardano i momenti in cui tra una scena e l’altra chiacchieriamo tra noi, ridiamo tra noi, in questo momento ad esempio io mi sento proprio come se fossi in una vera famiglia.

Scuola e set. Come riesci a conciliare i vari e necessari impegni?
Devo dire che riesco a conciliare benissimo la scuola con il set, visto che quest’ultimo, non mi impegna tanto, in genere dalle 2 alle 3 volte a settimana in un orario pomeridiano, per cui riesco a frequentare regolarmente la scuola e soprattutto riesco ad organizzarmi con i compiti poiché spesso li anticipo anche di settimana in settimana. Ho questa buona abitudine per cui non faccio alcuna fatica, inoltre spesso porto con me i compiti in camerino perché quando capita magari durante le riprese una scena ‘buca” cioè una scena in cui io non sono presente ne approfitto per studiare.

Non posso, in conclusione, chiederti come ti vedi tra qualche anno: quali progetti bollono in pentola? La recitazione continuerà ad essere parte fondamentale della tua vita?
Tra qualche anno mi vedo così come sono adesso, ancora nei panni di Bianca Boschi,  piena di sogni da realizzare, con tanta voglia di imparare. Sicuramente la recitazione resterà una parte fondamentale del mio percorso perché voglio continuare su questa strada, ho tanti sogni ripeto, ad esempio mi piacerebbe studiare anche in America poter lavorare con qualche regista di fama internazionale e  con attori che hanno fatto la storia del cinema di Hollywood,  ma resto con i piedi per terra sempre e dico che per ora il mio più grande sogno è quello di poter recitare un giorno accanto alla mia attrice preferita Serena Rossi in una fiction o in un film, che dire…io incomincio ad incrociare le dita e in bocca al lupo a me!

ph: Marcello Merenda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − nove =