Manuela Zero e Nya De La Rubia: “Amaritudine” è un perfetto mix di flamenco e sonorità partenopee

Manuela nelle storie social definisce il suo nuovo singolo - cantato in coppia con l'artista andalusa - "figlia della libertà di essere come vuoi, figlia di un momento unico, del vento che va e viene".

0
52

E’ uscito lo scorso venerdì “AMARITUDINE” nuovo singolo di Manuela Zero, l’eclettica artista originaria di Piano di Sorrento, nella bellissima penisola sorrentina.

In finale al Festival della Canzone d’Autore MUSICULTURA 2020 con la moderna ballad “Mea Culpa”, scelta da un comitato artistico d’eccezione composto da Carmen Consoli, Brunori Sas, Vasco Rossi, Niccolò Fabi e molti altri, Manuela torna con un singolo pop-flamenco che racconta della passione tra due donne. In collaborazione con la cantante andalusa Nya De La Rubia, “AMARITUDINE” è un raffinato brano pop urban cantato in italiano, napoletano e spagnolo in un perfetto mix di flamenco, tipico dell’Andalusia, e sonorità partenopee.

Il brano racconta del desiderio nato tra due donne che decidono di lasciarsi andare e viversi trascorrendo una sola notte d’amore insieme e della malinconia provata poi nel separarsi l’una dall’altra. Da qui il titolo “Amaritudine”, sapore d’amaro. Il video presto on line è stato girato nella splendida cornice di Marina Grande a Sorrento, conosciuta ai più per aver fatto da sfondo al celebre Pane, Amore e di Vittorio De Sica con Sofia Loren.

“La prima volta che i nostri occhi si sono incontrati” – afferma La Zero –  “lei cantava e danzava come mai avevo visto fare prima. Ho trascorso notti accanto a lei ad ascoltarla suonare, guardarla ballare, quando ancora non immaginavo che la musica sarebbe entrata a fare parte della mia vita. Questa collaborazione è molto più di un singolo. È destino. Sapevo di aver incrociato la sua strada e vita per un motivo. Portare casa mia, Napoli, la mia terra, in Spagna e viceversa è un piccolo sogno che si realizza. Questo singolo è frutto di un mix d’amore importante. L’ho scritto insieme a Marco Stabile, che oltre ad essere un artista meraviglioso è il mio migliore amico, ci sono le fantastiche chitarre di Alessio Rossetti, Nya ha portato nel brano la sua Andalusia ed è prodotto dal mio producer Alessandro Manzo aka sedd, che per questa occasione ha collaborato con Simone Privitera, che stimo moltissimo. Per me fare musica è anche questo, condivisione. Andalé Andalusia ammen”.

LA ZERO è Manuela Zero. Nasce il 12 febbraio a Piano di Sorrento, in Campania. È un’artista poliedrica che con professionalità e dedizione è riuscita, negli anni, a coniugare tante passioni: cantautrice e musicista, sin da piccola si avvicina anche al mondo della danza e della recitazione; dopo aver frequentato per sette anni il Conservatorio di San Pietro a Majella, a 16 anni consegue il diploma di danza classica e contemporanea a pieni voti, al Teatro lirico San Carlo di Napoli. Nel 2018 partecipa a Sanremo Giovani con l’intenso e poetico brano “Nina è brava”, storia di una bambina che vive in carcere con la madre, che riscuote un ottimo successo di critica e pubblico. Successivamente pubblica il singolo “San Lorenzo” accompagnato dall’originale e delicato videoclip girato da Valerio Desirò. Collabora come autrice alla scrittura di “Latte di Mandorla”, primo singolo pubblicato dal cantautore Mameli. Il 16 ottobre dello scorso anno si esibisce allo Stadio San Paolo di Napoli presentando la ballata “San Pà”, dedicata alla sua terra e al Napoli, sua squadra del cuore, all’evento La Partita del Futuro. L’artista ha inoltre recitato in vari film e serie tv. Abel Ferrara la scelse nel suo film “Go go tales” al fianco di Willem Defoe e successivamente per il ruolo di Mia, amica di Laura Chiatti, in “Il Professor Cenerentolo” (2015) di Leonardo Pieraccioni, film grazie al quale l’attrice inizia a far parlare di sé dai media e tra il pubblico. Seguirono poi “Loro 1” e “Loro 2” di Sorrentino e “Romanzo Criminale” di Sollima. Tanta poi la tv (Domenica In con Pippo Baudo) e il teatro (“Rinaldo in campo” per la regia di M. Romeo Piparo e in “A chorus line”, con Massimo Ranieri e Gigi Proietti). Nel 2020 vengono pubblicati i singoli “Abracadabra”, che vede l’artista collaborare con il rapper napoletano Livio Cori, “Occhi”, “Mea Culpa”, brano in finale al Festival della Canzone d’Autore MUSICULTURA 2020 e adesso “Amaritudine” in collaborazione con la cantante spagnola Nya de la Rubia.

NYA DE LA RUBIA è una cantante e attrice andalusa nata a Siviglia in Spagna. Inizia la propria carriera nel mondo dello spettacolo interpretando per due stagioni il personaggio di Lola Requena nella serie televisiva di successo “Mar de Plástico”. A 26 anni pubblica il suo primo album, l’omonimo “Nya De La Rubia”, prodotto da Paco Ortega, specializzato in pop e flamenco. L’album contiene infatti brani con sonorità che spaziano dal flamenco al pop-soul e urban. Seguono importanti collaborazioni con il rapper SPK – Super Kenny del gruppo di Santo Domingo La Nueva Escuela, con l’artista pop portoghese Nininho Vaz Maia e il cantante e produttore spagnolo Juan Magán (Shakira, Pitbull, Gloria Estefan). Nya De La Rubia raggiunge così un grande successo di pubblico, con oltre 4 milioni di views su YouTube. Il suo ultimo singolo è il brano pop “Fàcil”, nel cui videoclip ufficiale ritroviamo l’attrice Ester Expósito, una delle protagoniste della serie televisiva spagnola di successo “Élite” prodotta da Netflix.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + diciotto =