A scuola di Olio Evo, vince l’alberghiero ‘Marconi’ di Vairano Patenora (CE)

Prima classificata la scuola dell'alto casertano, con un delizioso piatto a base di baccalà cotto all'olio di Puglia Bio, con scalogno, peschiole e caviale

0
67
Immagine tratta dalla pagina ufficiale Coldiretti Campania (cit.)

Si è tenuta oggi, 28 marzo, la gara d’avvio delle giornate sorrentine legate al Premio Sirena d’oro 2019. Ad aprire le danze il mondo della scuola, degli studenti di indirizzo alberghiero che da tutta la regione Campania hanno portato le loro creazioni in cucina presso l’istituto San Paolo di Sorrento. La giuria, composta anche da me in quanto giornalista, food blogger e rappresentante di Slow Food, ha assaggiato e valutato i sei piatti presentati dagli allievi di altrettante scuole alberghiere campane. Da Napoli ad Avellino, da Benevento a Battipaglia, con due rappresentanze dell’alto casertano a completare il quadro della giornata e coprendo le cinque province.

Dal primo piatto al secondo, per finire con dolce e gelato. Devo dire che è stata dura, giudicare l’uno meglio dell’altro sulla base di coerenza col territorio, presentazione scritta ed orale del piatto, estetica, sapore ma soprattutto abbinamento con uno degli oli classificatisi fra i primi se non sul podio del Premio Sirena d’oro il 26 marzo scorso a Roma (ne abbiamo parlato anche su Paginasette ). Riportiamo ora quanto pubblicato in merito all’esito dalla pagina ufficiale di Coldiretti Campania e Aprol (organizzazione dell’evento):

Sono i futuri chef dell’Istituto Alberghiero Marconi di Vairano Patenora ad aggiudicarsi la finale regionale di “A Scuola di Olio Evo”, progetto di promozione e valorizzazione del re della #DietaMediterranea promosso da #Coldiretti e Aprol Campania nell’ambito del Premio Sirena d’Oro di Sorrento. Dopo un percorso di #formazione e altrettante gare interne, sei Istituti di #eccellenza campani si sono affrontati in una avvincente gara che ha messo in seria difficoltà la giuria, dato l’altissimo livello dei lavori proposti. Ogni team di studenti ha abbinato al proprio piatto oli #DOP e #BIO partecipanti al Sirena d’Oro. Ai paccheri fritti dell’Istituto Cavalcanti di Napoli era abbinato l’olio DOP Colline Teatine dell’azienda Masciantonio (Chieti). Per il raviolo con la borragine selvatica dell’Istituto Ferrari di Battipaglia c’era l’olio Intini BIO di Alberobello (Bari). Nel raviolo ripieno all’olio dell’Istituto Cappello di Piedimonte Matese (Ce) c’era il DOP Cilento Ramarà dell’azienda Piero Matarazzo di Perdifumo (Salerno). Al baccalà in olio cottura dell’Istituto Marconi di Vairano Patenora (Caserta) era abbinato il Donato Conserva BIO di Modugno (Bari). Per il budino all’olio dell’Istituto Le Streghe di Benevento è stato scelto la DOP Irpinia Colline dell’Ufita del frantoio Fam di Venticano (Avellino). Infine, per il gelato all’extravergine dell’Istituto Rossi Doria di Avellino in abbinamento la DOP Irpinia Colline dell’Ufita del frantoio Fontana Madonna di Frigento (Avellino).
A coordinare la giuria c’era Maria Luisa Ambrosino, capo panel della Camera di Commercio di Napoli, affiancata dal presidente di Aprol Campania Francesco Acampora, dall’agrichef napoletano Raffaele Caccioppoli, dal giornalista Francesco Pascuzzo, dalla dirigente dell’Istituto San Paolo di Sorrento Paola Cuomo e dalla docente Maria Alessandra Balduccini. Il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda ha portato il saluto dell’organizzazione ed illustrato le ragioni di un’idea-progetto che nasce dalla collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, puntando a creare interazioni e collaborazioni tra mondo agricolo e istituti di formazione superiore.
Il team vincitore dell’Istituto Marconi di Vairano Patenora era composto dagli studenti Luigi Di Fusco, Alessio Galardo, Chiara De Lisi e Alberto Zonfegna. Per l’Istituto Cavalcanti di Napoli hanno partecipato gli studenti Alessio Spavone, Giovanni Ozzella, Vincenzo Oliviero, Giovanni Volpe, Ciro Scognamiglio. L’Istituto Le Streghe di Benevento era presente con il team delle studentesse Maria Antonietta Coletta, Rosa Maria Piazza, Carmela D’Alessio, Alessandra Guglielmucci, Giuseppina Checola. Per il Manlio Rossi Doria Di Avellino hanno partecipato gli studenti Elio Porcaro, Andrea Dello Buono, Mario Raduazzo, Kevin Speranza, Antonio Giorgio. Dal Ferrari di Battipaglia ha partecipato la squadra degli studenti con Mattia Capozzoli, Rosaria Servillo, Ilaria Mirra, Rosa Borriello. Per l’Istituto Cappello di Piedimonte Matese hanno partecipato gli studenti Mattia La Vecchia, Payam Ataeefar, Mario D’Agostino, Benito De Nicolais, Elisa La Gala.

Fonte ufficiale: Coldiretti Campania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 2 =