Da Bianca Atzei a Paolo Ruffini, ecco i premiati del Premio Penisola Sorrentina

Annunciati al Teatro Eliseo di Roma i vincitori dell'edizione 2018 del Premio, evento patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla RAI Radio Televisione Italiana, entrato a far parte dell’Agenda dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale, che si terrà a fine mese a Piano di Sorrento (NA)

0
907

Annunciati al Teatro Eliseo di Roma i vincitori dell’edizione 2018 del Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”.

L’ evento patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla RAI Radio Televisione Italiana, fa anche parte dell’Agenda dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale.

Giunto alla sua 23° edizione, il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito, che è inserito nel cartello dei grandi eventi della Regione Campania, è oramai considerato a pieno titolo una grande vetrina italiana delle culture e vi si premiano protagonisti dello spettacolo e della cultura italiani e internazionali.

Tra le sezioni del premio, quella dedicata a Dino Verde, storico autore di trasmissioni di successo come “Scanzonatissimo­”, vedrà premiato quest’anno Maurizio Micheli.

La consegna ufficiale dei premi si svolgerà al teatro delle Rose di Piano di Sorrento il 27 ottobre 2018, durante un evento aperto al pubblico.

Il palcoscenico del Teatro Eliseo non è stato scelto a caso: novità di quest’anno la presidenza nella sezione teatro a Luca Barbareschi, direttore artistico del teatro capitolino.

Durante l’anteprima romana, alla quale hanno partecipato già alcuni premiati, tra cui Paolo Ruffini, premiato per il Teatro Sociale per lo spettacolo “Up&down” in cui recita con cinque attori con la sindrome di down e un autistico, è stato consegnato il premio alla carriera a Sandra Milo, musa di Federico Fellini.

Di seguito l’elenco dei premiati 2018, che vedremo sul red carpet del Teatro Comunale Delle Rose di Piano di Sorrento a fine mese:

Paolo Ruffini– premio teatro;
Bianca Atzei e Jonathan Kashanian – premio musicale sez. Lino Trezza;
Deborah Caprioglio e Francesco Branchetti – premio “cultura e storie di donna”;
Anna Capasso e Michele Cucuzza – premio sezione et­ico-civile;
Alfonso e Lidia Jaccarino, anime del Don Alfonso 1890 – premio “Genius Loci”;
Antonio Loffredo, pa­rroco della Basilica di S.Maria alla San­ità – sezi­one “patrimonio culturale”;
Hiromi Maekawa, cantante giapponese – premio speciale “Italia-Gia­ppone;

Maurizio Micheli – premio Dino Verde;
Povia – premio poeta outsider;
Danilo Rea – premio sezione musica;
Federico Paciotti, musicista classico – premio giovani;
Valentina Romani – premio ” fiction” (Aldo Moro);
Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana , registi – premio speciale cinema;
Laura Valente, direttrice artistica di Ravello Festival – premio per la promozione culturale e la danza;

Jorit , giovane rappresentante dell’arte visiva, stre­et-artist, arrestato e poi rilasciato la scorsa estate, in Pale­stina, mentre stava realizzando un murales, e minacciato qualche giorno fa durante la realizzazione di un altro maxi murale dedicato alla sorella di Stefano Cucchi da un consigliere municipale di Fratelli d’Italia che gli aveva intimato di andarsene, creerà la prima copertina d’autore del Premio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + 14 =